0 2035

Untitled-5E’ appena finito il Midnite Live Session Tour di Salmo e ho avuto la fortuna di vederlo durante la tappa di Torino all’ Hiroshima Mon Amour.

Il live è uno schiaffo in bocca mani nude, un muro di suono che solo i migliori concerti hardcore possono regalarti.
Quest’anno solo i Propagandhi mi hanno fatto pogare e sudare così tanto, e devo dire che ritrovare le stesse atmosfere e gli stessi cazzotti in pancia durante un concerto hip hop fa davvero piacere.

Non ci sono parole per descrivere la sensazione di un trentenne che poga a fianco di ragazzini di 14, 15 e 16 anni e vedere nei loro occhi la stessa passione che avevo io alla loro età.

 

Quella pura passione per della cazzo di musica fatta bene.
Andate a un concerto indie e troverete solo adolescenti che con un occhio guardano una tizia finlandese con in mano un ukulele e con l’altro guardano le loro foto su Instagram.
All’ Hiroshima alcuni di quei ragazzi sono finiti li perché presi bene dalle hit di youtube e dalla moda del momento ma si sono ritrovati a fare i conti con un muro di Dubstep e Stoner che li avrà segnati per sempre.

La band è rodata, hanno suonato con Maurizio ai tempi dei Three Pigs Trip e degli Skasico e sono tutti degli ottimi musicisti.
Il concerto parte subito bene, gran flow e tanto, tanto headbanging.
Super hits e pezzi riarrangiati alla perfezione, senza snaturare l’animo rap ma intonacandolo di metal e dubstep come se non ci fosse un domani.
Ma è solo dopo la classica pausa da richiamino nel backstage che si capisce perché questo live rimarrà a mio avviso il migliore del 2013.
La Iena alla batteria si riprende i suoi spazi e sgomita per far capire che non ci sono cazzi per nessuno.
Manuez al basso indossa l’anello di Smigol e il suo basso diventa un sinth di Skrillex suonato da Lemmy Kilmister dei MotorHead.
Claudio alla chitarra rende groove anche la peggio smanonvalata metal.

E per finire Slait…

Dj Slait fa semplicemente Slait. Semplicemente perfetto.

 

A fine concerto ti ritrovi completamente svuotato e non capisci quale GhostBuster ti abbia fatto uscire il demonio dagli occhi e  te lo abbia vomitato davanti per un ora e mezzo di concerto.

 

Perché forse è questo che rende il progetto di Salmo e della Machete unico in Italia.
Un artista partito dai garage di Olbia, auto-producendosi i dischi, girando videoclip low-cost, rispedendo a casa chi della vecchia scuola lo definiva un intruso, arriva a guadagnarsi il disco d’oro portandosi dietro tanta scena musicale e artistica sarda che sta facendo vedere ogni giorno quanto vale.
E tutto questo proponendo ottima musica, videoclip che iniziano a diventare delle vere perle da videoteca e un attitudine punk che preferisco di gran lunga alla papponeria tamarra dei Club Dogo.

Detto questo, passiamo al vero motivo di questo post.

un Tumblr che parte dall’ultima foto del tour di Midnite all’ Alcatraz di Milano per diventare il nuovo gioco dell’estate.

 

The original

1509952_185660758297516_769165313_n

 

God Loves Machete

Untitled-4

 

Wrecking Troll

 

Untitled-2

 

S.A.L.M.O Airlines

 

Untitled-3

 

Just do it

Untitled-6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 2642

In anteprima su Repubblica.it è uscito il nuovo video di Salmo e NitroSpace Invaders

la facce da culo e le citazioni di B-Movie presenti nel video non si riescono a contare.
Io sono in pausa pranzo e non posso scrivere altro.
Ma sopratutto non c’è nulla da aggiungere a questo fantastico video.

Gente Glabra

25 POSTS0 COMMENTI
5 POSTS0 COMMENTI
5 POSTS0 COMMENTI
5 POSTS0 COMMENTI
4 POSTS0 COMMENTI
3 POSTS0 COMMENTI
1 POSTS0 COMMENTI