0 1255

‘E iniziato l’autunno, il che per molti suona come “è iniziato il periodo delle nuove stagioni di serie tv”. Sono tante, molte ben fatte, altre meno. Io ho dato il via alle danze con una serie non così conosciuta, ma di ottima qualità a mio parere, terminata (forse) la primavera scorsa in Uk:

In the flesh.

renwalker

Parla di Zombies, ma dimenticatevi The Walking Dead e pensate invece ad una versione meno tamarra e più british di True Blood. La prima serie, andata in onda su BBC3, è una mini di tre puntate, la seconda serie invece alza il tiro a sei puntate.

La storia è ambientata nel villaggio di Roarton nel Lancashire, e ha come protagonista un tardo adolescente, Kieren Walker (Luke Newberry), ex-suicida, che soffre di “Partially Deceased Syndrome“.

Sì, essere Zombie è una malattia, e ne sono affetti tutti i “Rising”, coloro che si sono risvegliati in un particolare lasso di tempo. I Rising, dopo intense cure di riabilitazione e farmaci, sono stati poi reintrodotti nel villaggio, con ondate di fisiologico astio e diffidenza nella comunità.

La famiglia di Kieren ha già nel suo nucleo una serie di figure complesse e ben costruite, dalla sorella soldato Jem (Harriet Cains) della milizia anti-zobies HVF, ai genitori oscillanti tra paure e sferzate di amore parentale.

uktv-in-the-flesh-s01-e01-1

L’animo tormentato di Kieren è solo un primo tassello a cui si agganciano tutti gli altri, creando una geniale panoramica e vari interessanti intrecci.

Uno dei personaggi in cui è facile immedesimarsi (soprattutto per una ragazza stramba come me) è Amy (Emily Bevan), la BDFF, ovvero la best dead friend forever di Kieren.

Kieren-Amy-in-the-flesh-34123310-500-216

Le budella smangiucchiate perciò vengono dimenticate, tra le evidenti critiche alle dinamiche sociali, le problematiche queer, adolescenziali, femminili e maschili trattate con grande delicatezza e la totale assenza delle solite dicotomie “buono” e “cattivo”.

Il vero male è l’ignoranza perpetuata dalla paura di ciò che è altro, e che ha radici profonde che la serie tv sonda senza pregiudizi e paradossalmente con grande realismo.

6017459-low_res-in-the-flesh

Si dice che per i tv series-addicted si sia aperta una nuova fase storica, in cui i “drogati”, dopo aver assaggiato Breaking Bad, provano spasmodicamente tutti gli altri stupefacenti sperando di risentirne gli stessi effetti. Beh, qui stiamo parlando di una sostanza ben composta, che ti lascia un buon sapore e la voglia di assaggiare la terza serie.

0 1315

Dopo le dichiarazioni di qualche giorno fa di ZeroCalcare sul suo blog (è in programma un film tratto da La Profezia dell’Armadillo che vede Valerio Mastrandrea debuttare alla regia), bisogna tenersi informati.

Ti può sempre capitare di aver appena scoperto un nuovo fumetto…macinare con gusto le sue pagine senza scollare gli occhi dalla carta…alzare lo sguardo un attimo, e ZAC!, hanno fatto la versione cinematografica o peggio ancora la serie tv…perciò mai abbassare la guardia e velocità nella lettura che non si sa mai!

 

Iniziamo con un bel punto interrogativo su La vie d’Adèle, trasposizione cinematografica della graphic novel di Julie Maroh Il Blu è un colore caldo. Il film, per chi l’ha visto, lascia prevedere una seconda pellicola, trattando solo due capitoli su quattro: il regista Abdellatif Kechiche ha già detto che non sa se ha voglia di fare il seguito, per cui se volete sapere come va a finire, vi conviene leggere la graphic novel (disegnata, secondo me, malissimo tra l’altro).

le-bleu-est-une-couleur-chaude

 

Per gli amanti del fumetto erotico vintage, sappiate che Barbarella, l’eroina spaziale del francese  Jean-Claude Forest tornerà presto sullo schermo dopo l’ultima versione del ’68 interpretata da Jane Fonda. A dimostrare interesse sono gli Amazon Studios, che hanno commissionato uno script per una serie tv e stanno lavorando ad un pilot.

barbarella

 

Passando alle cose serie,  Darren Aronofsky  presenta il colossal biblico Noah, tratto dall’omonimo fumetto sempre scritto dal regista pazzo, narrando la storia rivisitata dell’arca di Noè. Il cast d’eccezione vede Russell Crowe nei panni del protagonista.  Uscita in Italia prevista per il 10 Aprile.   Ecco il trailer.

noah

 

Sin City’s A Dame To Kill For è l’atteso sequel di Sin City (2005). Tratto dall’episodio omonimo di Sin City, scritto e disegnato da Frank Miller, la pellicola sarà diretta da Rodriguez e Miller stesso. L’uscita negli USA è prevista per Agosto 2014. Non vediamo l’ora.

Sin-City-A-Dame-to-Kill-For

Invece il regista Jonathan Liebesman doveva assolutamente fare l’adattamento cinematografico di Teenage Mutant Ninja Turtles, ovvero le nostre “Tartarughe Ninja alla riscossa” degli anni ’80, riportando sul grande schermo i personaggi dei fumettisti di Kevin Eastman e Peter Laird. Uscita Giugno 2014.

tmntfanposterorreal

Aspettiamo anche X-Men, Days of Future Past, diretto da Bryan Singer, settimo capitolo della saga cinematografica mutante, questa volta ispirato al fumetto culto scritto da Chris Claremont e disegnato da John Byrne.  Tra gli attori, anche l’onnipresente Fassbender e come sempre la pluri-premiata Jennifer Lawrence nel suolo di Mystica. Il film verrà distribuito anche nel formato 3D e in IMAX a partire dal 23 maggio. Qui il trailer

xmen

Domani, 24 Gennaio esce in sala I, Frankenstein (il cui nome, ricordàtelo, si pronuncia Frankenstin). diretto da Stuart Bettie, un live-action basato sulla graphic novel e sulla sceneggiatura di Kevin Grevioux. Trailer

ifrankeinstein

Forse un pò meno conosciuto, ma meritevole di citazione è Sleeper, adattamento della famosa serie a fumetti omonima, scritta da Brubaker e disegnata da Phillips. La Warner aveva già provato una versione con Sam Raimi e Josh Donen alla produzione e Tom Cruise come protagonista, ma il progetto non è mai andato in porto. Lo studio ci sta riprovando, questa volta con Ben Affleck, Matt Damon Jennifer Todd alla produzione. E daje!

sleeper-comic-book-movie

I Marveliani sono anche in trepidante attesa per l’uscita di Captain America, The Winter Soldier, diretto da Anthony e Joe Russo, che vede protagonista Chris Evans. La pellicola è ispirata dal fumetto scritto da Ed Brubaker. Eccovi il trailer in Italiano.

captainamerica

 

Interessante è l’uscita per quest’anno di 300, Rise of an Empire, diretto da Noam Murro, è il sequel del film di Snyder, basato su un’altra graphic novel di Frank Miller. Questa volta Snyder, impegnato a dirigere Man of Steel, non ha potuto seguire la regia ed è accreditato come produttore. Il film si dovrebbe basare su un fumetto originale di Frank Miller, che però non è mai stato pubblicato. Trailer in Inglese qui

300_rise_of_an_empire_2014

 

E infine, sempre seguendo la corrente Marvel, The Amazing Spider-Man 2, secondo film diretto da Marc Webb dopo la trilogia di Sam Raimi. Qui il Sito ufficiale con tanto di trailer

the-amazing-spider-man-2

 

Insomma, nessun amante del fumetto quest’anno dovrebbe lamentarsi, almeno per ora! 🙂

Gente Glabra

25 POSTS0 COMMENTI
5 POSTS0 COMMENTI
5 POSTS0 COMMENTI
5 POSTS0 COMMENTI
4 POSTS0 COMMENTI
3 POSTS0 COMMENTI
1 POSTS0 COMMENTI